Essiccatori di alimenti: coperchio o sportello?

Fra le varianti che distinguono i vari essiccatori di alimenti in commercio, si segnalano le modalità di apertura, che possono essere di due modi: a coperchio o a sportello. Le due tipologie si riferiscono a due differenti tipi di essiccatori, quelli verticali e orizzontali. I primi sono provvisti di coperchio per essere caricati dall’alto, mentre i secondi si aprono mediant uno sportello frontale che, una volta aperto, incamera i vassoi carichi di alimenti da seccare tagliati a pezzi o a fette o, una volta concluso il trattamento, consente di estrarli comodamente. Sia gli sportelli che i coperchi possono essere trasparenti, in tal caso si possono monitorare senza aprirli tutte le fasi dell’essiccazione, in questo si rivelano molto utili. Gli essiccatori sono dotati di ventole azionate per disidratare in modo omogeneo i cibi.

Perché sono così importanti le ventole in un essiccatore per alimenti? La ventola è basilare in questo tipo di apparecchi in quanto permette una disidratazione omogenea per ogni tipo di alimento, senza la ventola l’umidità degli alimenti che si vogliono essiccare potrebbe contrastare o rallentare l’evaporazione dell’acqua in essi contenuta, pregiudicando l’esito finale. Generalmente, gli essiccatori per alimenti sono dotati di una sola ventola, sufficiente allo scopo purché grande abbastanza da poter trattare adeguatamente tutti i vassoi impilati nell’apparecchio. Non tutti i cibi necessitano della stessa temperatura per essiccare, in questo può aiutare la scheda con la piramide dei cibi con allegate le relative istruzioni. Quello che non bisogna mai perdere di vista è che gli essiccatori non sono dei forni, non sono fatti per cuocere ma per disidratare, per questo di solito necessitano di basse temperature. Il wattaggio degli essiccatori per alimenti può variare da 125 a 1000 watt, un range molto ampio che vede alle estremità della potenza i modelli base e quelli professionali.

La maggior parte dei migliori essiccatori per alimenti in commercio, come si può vedere meglio su www.essiccatoriperalimenti.it, sono provvisti di pulsante d’accensione e spegnimento, oltre che di termostato che nei modelli più semplici corrisponde a una piccola manopola o rotella con numeri in progressione. Negli essiccatori più evoluti troviamo, invece, pannelli digitali per monitorare la temperatura voluta, dotati anche di programmi e opzioni dedicate come la possibilità di preimpostare l’essiccatore. Facoltativa la presenza di un timer per impostare la durata dell’iter di essicazione che, come sappiamo, è molto lungo e può durare anche un giorno intero.